Ultima testimonianza del 2017

i-love-me-small

DA UNA STUDENTESSA DEL SECONDO ANNO…. GRAZIE

La mia home è piena di post sul 2017 non voglio tediare nessuno con un ulteriore post che chissà, magari leggerete in pochi. Personalmente non vedo l’ora arrivi la mezzanotte, questo anno è da “dimenticare” per alcuni aspetti ma da incorniciare per altri. In questo anno ho perso molto. Le circostanze mi hanno portato a chiedermi cosa volevo per la mia vita e per me stessa. Le risposte sono arrivate nell’immediato. Ci sono state delusioni epocali che ancora friggono nel mio interno. C’è stata la distruzione, la rottura, la distanza. Ho scoperto che chi mi orbitava intorno, mascherato da amico o fratello era solo un parassita che risucchiava il mio sangue e che quando ho chiesto aiuto nel momento del più grande bisogno sono stata abbandonata e accoltellata. Ho imparato a rispettare me stessa, il mio tempo, il mio lavoro e ad allontanarmi da chiunque non mi aiutasse in questa impresa o qualunque situazione. Infatti sono rimasta con un pugno di mosche in mano. Tutt’ora mi chiedo “perché” in una costante autoanalisi, le risposte anche qui possono arrivare ma capisco anche che pochissimi hanno avuto le palle di guardarmi in faccia e dire la loro. Non voglio codardi nella mia vita, parassiti, invidiosi. Coltivo ora il mio piccolo orticello ancora più forte di prima anche se molti cocci sono ancora a terra. È stato un 2017 devastante! E credo che in pochi lo capiscono… ma sono quelli buoni. Mi sono scrollata di dosso ciò che non ero più e mi sto ricostruendo come una fenice bruciata dalle sue stesse ceneri in un altrove… che più oltre non si può.
Sto prendendo contatto con la vera me e so che l’universo se apro le braccia al nuovo mi riempirà di regali, così, so anche che un giorno ringrazierò dal più profondo le rovine che hanno raso al suolo il falso ed il superfluo. L’infinito grazie va alla mia famiglia sempre pronta a sorreggermi, al mio amore, a mia figlia, alle mie amiche storiche e nuove, ma in particolar modo al metodo meraviglioso che sto esperienzando da tempo ormai: la Kinesiologia Emozionale! Se non ci fosse stata lei ora starei ancora all’interno di una scatola che non mi apparteneva a trascinarmi in una vita fittizia

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment.