Ricevo da una mia studentessa del secondo anno una testimonianza che, volentieri, pubblico:

Ciao Antonio
ogni volta che cado, rialzarsi diventa sempre più veloce, ma soprattutto con molta consapevolezza in più rispetto a ciò che mi ha fatto cadere. Dentro di me, Antonio, mi sento PIENA, nonostante potrei avere mille incertezze e preoccupazioni per il periodo che sto trascorrendo ora. Lasciato un lavoro “sicuro” per avere pochi e ancora nessun cliente, non è una scelta semplice da gestire e forse tu mi puoi capire. Ma a volte passare attraverso cerrte dinamiche ti aiuta a fare un passo in più. Ho rivisto “……” dopo 3/4 anni e mi rendo conto che ero ricaduta immediatamente nella stessa dinamica di allora. Ci sono passata dentro e ci sono stata dentro con lacrime di un passato che sentivo di dover lasciare andare e…. CE L’HO FATTA! Voglio ancora bene a “….”, ma la cosa più importante è che voglio PIU’ BENE A ME STESSA, e con CORAGGIO e forte CONSAPEVOLEZZA questa volta l’ho proprio lasciato andare. Ora mi sento veramente pronta a vivere una bellissima storia d’amore che sono certa saprà regalarmi altre consapevolezze, qualsiasi esse siano.
Mi sento molto FORTUNATA ad averti conosciuto e ad avere iniziato questo percorso con la KINESIOLOGIA EMOZIONALE, percorso che sento sempre più mio… e chissà… magari un giorno potrei anche decidere di DONARLO a qualcun altro attraverso l’insegnamento. QUESTO E’ UNO DEI DONI CHE MAI AVREI PENSATO DI RICERE. GRAZIE!!!!

Related Posts

Ancora vibrano forti le emozioni di ciò che è avvenuto durante il lavoro fatto sulle GENERAZIONI; e...

“Genetica comportamentale 4” è l’ultima tappa dedicata alle capacità dell’operatore di relazionarsi in...

In questi giorni un bravo collega ha rivolto dei complimenti fervidi alla nostra formazione dopo...

Leave a Reply