Questo è il momento del dolore
quello in cui si stringe forte il cuore,
il momento della separazione
quello in cui cambia la vibrazione,
il momento delle lacrime amare
versate per una delle persone più care,
il momento dei ricordi belli e leggeri
per farti camminare su lucenti sentieri,
il momento in cui credi in Dio
perchè sia più tuo che mio,
questo è il momento dell’abbraccio finale
farò piano per non farti male.
Ti lascio andare maestra e amica mia
mi hanno detto che ci sei ancora
in qualche modo, se pur non ti vedrò
nei giorni a venire allora ti cercherò
bella e sorridente, riccia e mora
e parleremo insieme, io e te, di kinesiologia

Related Posts

DAL CORRIERE DELLA SERA DEL 21/10/2013 DI MASSIMO PIATTELLI PALMERINI Nuova teoria su come...

Prima di arrivare agli esami, il gruppo del secondo anno ha affrontato una delle lezioni in...

La “ciliegina sulla torta”: ecco ciò che rappresenta il corso dedicato al “LAVORO CON I BAMBINI E GLI...

Leave a Reply