Ricevo e volentieri pubblico una testimonianza da parte di una mia cliente

Lo scorso anno ho cominciato ad ascoltare un po’ di più il mio malessere. Stava nascendo in me una nuova consapevolezza: non ero felice. Da tempo avvertivo di trascinarmi dentro una routine fatta di ruoli, di doveri, di meccanismi scontati. Io non stavo bene. Mancava qualcosa e avevo bisogno di capire cosa era. Nello stesso tempo mi colpevolizzavo di non saper accontentarmi, di essere insoddisfatta quando il contesto mi dava una situazione agiata, un matrimonio ventennale, due figli ormai grandi, un lavoro part time, interessi, vita sociale. Realizzato che non stavo bene nella mia relazione di coppia, ho intuito che si aprivano nuovi canali, e avvertivo la triste e infelice realtà che dentro di me nasceva con prepotenza il bisogno di scavare, di guardarmi dentro di chiedermi..cosa non va e perché? Nel frattempo la mia tristezza aumentava insieme ad un senso di disagio. L esperienza di una terapia di coppia mi ha devastato portando ad una divisione sempre più profonda. Il mio malessere era evidente a chi più vicino, nonostante la mia bravura nell indossare maschere perfette

Una persona mi ha proposto di incontrare Antonio.

Timore e curiosità erano gli ingredienti della prima sessione, compensati da una Sua innata capacità di mettermi a mio agio. La sensazione era quella di essere nel posto giusto e per la prima volta di aver agito solo ed esclusivamente per me. È stato un viaggio profondo e personalissimo: dal mio essere bambina, la mia educazione, la mia crescita, le mie scelte adulte. Ho iniziato a non avere paura di quella che sono, a vivere il mio io, la mia persona in tutte le sue sfaccettature. Ho preso coscienza che non è sbagliato porsi interrogativi, interrogarsi su se stessi e volere essere felici!

Le sessioni, poche ma profonde: un iniezione profonda di consapevolezza che ha provocato anche disagio fisico; la sensazione di essere pervasa da un’onda che travolge a tratti, culla in altri, ti sommerge completamente facendoti perdere stabilità ed equilibrio. Un trampolino di lancio? Un inizio di un nuovo spartito? Una nuova sorprenderete visione della vita? Una scelta soprattutto. Non semplice, non scontata. Non garantita. Ma verso il vero sé!

Jardin

Mi scrive una mia cliente …” Ciao Antonio. Volevo comunicarti che sto molto meglio e sono riuscita anche ad avvicinarmi a mio marito e ciò mi solleva molto! Grazie ancora”

Record

RICEVO E VOLENTIERI PUBBLICO DAUN MIO CLIENTE: “Grazie  alla kinesiologia emozionale ho imparato a dare piu’ potere agli aspetti positivi della mia vita , determinando una visione piu’ serena del futuro rispetto a prima di iniziare il percorso con Antonio .Antonio mi ha aiutato a far emergere la parte piu’ autentica di me , quella che tenevo relegata dentro ma che agiva  sulla mia biologia senza rendermene conto , mentre ora sto imparando ad agire consciamente anche piu’ in profondita’ , a domare le mie paure anziche’ temerle , perche’ la realta’ non e’ immutabile , anche se ha tutta l’apparenza, che le cose possono cambiare e risolversi .Ho notato che mantenendo la consapevolezza sul mio respiro e cercando di farlo ” con la pancia ” , come mi ha insegnato Antonio , mi calma e percepisco i mutamenti che avvengono dentro di me e di conseguenza anche fuori me stesso”.
 
Villa

Ricevo questa testimonianza da una mia cliente e volentieri la pubblico: “Caro Antonio, attraverso il percorso fatto insieme, ho realizzato maggiore consapevolezza di me, deimiei desideri e, soprattutto, del diritto ad avere i miei spazi, a non essere perfetta nè sempre pronta. Ah, che liberazione! Questo ha provocato un importante cambiamento: non ho più sensi di colpa o almeno quelle poche volte che li avverto, li sento come un’idiozia , non come mi accadeva prima , comeuna giusta punizione per i miei limiti. Grazie Antonio, arrivederci”

Free

Ricevo e volentieri pubblico la testimonianza di un cliente: “ERO UNA PERSONA INSICURA. Grazie a vari trattamenti di Kinesiologia, siamo riusciti a comprendere che questa insicurezza era nata nel profondo del mio IO e derivava da un “trauma” infantile dovuto ai rapporti con i genitori. Dopo aver scoperto la causa di questo disagio, grazie al supporto del kinesiologo, sono riuscito a lenire quel trauma e a ricominciare, acquisendo nuova sicurezza. Il lavoro su sè stessi è fondamentale.”

TARTARUGA

“Ringraziare Antonio sarebbe quasi banale, ma l’aiuto che mi ha dato è stato indescrivibile! Avevo la testa ovattata e cementata da 30 anni degli stessi comportamenti, i quali mi impepano di vedere oltre quei soliti pensieri, desideri e modi di fare. Tutti i giorni il mio vivere mi portava per l’unica strada che conoscevo, senza mai prendermi la responsabilità delle mie azioni. Con l’aiuto e il percorso fatto con Antonio, ho riscoperto cose che non ricordavo e che nemmeno immaginavo potessero riaffiorare, ma con il susseguirsi delle sedute tutto prendeva il suo posto e ogni evento prendeva senso e peniva comprensibile. Ho imparato ad accettarmi, a lasciare il passato al suo posto e cambiare sentiero per arrivare all’obbiettivo. I miei desideri che fin prima mi opprimevano, sono penuti nuova fonte di ispirazione e mi hanno dato nuova forza per arrivare dove desidero. Ogni giorno puoi cambiare se sei disposto a farlo; questo messaggio è stato il primo che ho imparato.”

Il piccolo principe

“Caro Antonio, ti ricordi che non mi toglievo mai gli occhiali da sole, neanche quando diventava buio? Sono mesi che non mi ricordo nemmeno dove li ho messi!”

Van Gogh

“Quando ho contattato Antonio ero immerso in uno dei miei tanti momenti di sconforto, tristezza e agitazione interiore, risultato del fatto che non riuscivo a conseguire nessuno degli obbiettivi che mi stavo prefiggendo. Fin dal primo incontro mi è stato evidente che il percorso intrapreso sarebbe stato significativo per la mia vita. Sono stati quattro incontri intensi e molto profondi anche se in quel momento non me ne rendevo pienamente conto. Col susseguirsi degli incontri si delineava sempre più un filo conduttore rispetto al mio dialogo interiore che non riconoscevo ne tanto meno accettavo. Antonio con molta sincerità, onesta e chiarezza mi invitava a osservare e comprendere. Presa coscienza della causa della mia infelicità io sono cambiato e la vita è cambiata di conseguenza con delle sincronicità e degli effetti che giorno dopo giorno si stanno manifestando tutti orientati alla condivisione, e al positivismo. Oggi sono sempre più deciso della direzione che ho scelto per la mia vita e più fiducioso della vita. Ringrazio me stesso per aver scelto questo percorso e antonio per avermici accompagnato.”
Con affetto

ARMAGEDDON

“Grazie. Mi hai dato la forza di fare quello che sento, libera dai condizionamenti”
Erba

“Caro Antonio
Sto ancora beneficiando delle sedute fatte con te e proprio venerdì mi è capitato di essere molto soddisfatta di me stessa affrontando e superando le paure che una volta mi avrebbero creato molta ansia e totale insicurezza. Negli ultimi due mesi mi sono capitati una serie di eventi che inizialmente mi hanno creato forte stress e ansia, in quanto del tutto inaspettati…ho cercato di mettere in pratica il lavoro fatto con te e ora posso dirti che sto molto meglio nonostante la situazione non sia migliorata anzi…nm sento sicura di me stessa, adeguata alle situazioni che quotidianamente affronto ed entusiasta delle scelte che prendo. Il percorso fatto insieme a te mi ha permesso di ritrovare la fiducia mai avuta e affrontare le situazioni con risolutezza e sicurezza. Mi voglio bene e mi apprezzo e questo lo riscontro spesso da come le persone vicine a me mi dicono di aver visto un grande cambiamento, una nuova Silvia e tutto ciò mi porta a continuare per questa nuova strada. Ti ringrazio di tutto”
Bionda

“Grazie alla kinesiologia emozionale sono stato in grado di ricordare determinate esperienze (traumi) che in me erano state causa di blocchi ben precisi al mio sistema energetico.
In particolare avevo un grosso blocco al chakra della gola. Già dopo la prima seduta ho potuto vedere uno degli eventi che andarono a gettare le basi del blocco.
Dopo la prima sessione, a livello energetico, non facevo più fatica a parlare, però avevo notato che c’erano ancora delle situazioni in cui mi era difficile esprimermi con fluidità.
Nella seconda seduta sono emersi altri aspetti, altri eventi, ulteriori dettagli che mi hanno permesso di sciogliere ulteriori nodi.
Da appassionato di medicina naturale, micoterapia, medicina ortomolecolare, medicina tibetana, ayurvedica ed omotossicologia, con la kinesiologia emozionale, finalmente ho trovato un sistema che può aiutarmi ad affrontare le perse problematiche che il mio sistema corpo-coscienza ha accumulato negli anni. Sono pienamente convinto che il percorso proposto da Antonio sia fondamentale in un qualsiasi cammino nel quale una persona voglia migliorare, dando un taglio netto con il passato”

FIUME

“Mi sono calmata e ora riesco a stare ferma, soprattutto non poro qualunque cosa mi capiti a tiro. Non sfogo più la rabbia e non rispondo più male. Ora sorrido di più.”

Papessa

“Ciao Antonio sono…un tuo “allievo” e praticante di quel stupendo strumento che tu usi molto bene con noi che è la Kinesiologia.
Ti voglio innanzi tutto ringraziare del percorso fatto assieme in questi 3 mesi e del tempo che mi hai dedicato.
Sono stati molti i motivi per i quali volevo intraprendere un certo tipo di “cammino” evolutivo ma essenzialmente un grande desiderio di stare bene con se stessi e fare chiarezza sulla direzione da prendere nella propria vita.
Questa vita che è il bene più grande che ci è stato dato, va custodito, valorizzato e mai sprecato !!!
Già dalle prime sedute ho capito quanta energia ci possono togliere alcuni episodi accaduti anche in giovane età e dei quali avevamo perso ogni traccia.
Con il tuo aiuto nel mio caso li abbiamo “scoperti” portandoli alla coscienza, analizzati e rielaborati e hanno perso tutta la loro forza!!! La leggerezza e serenità provate dopo questo “lavoro” sono state grandiose!!! Ti dico grazie di cuore per avermi fatto stare bene e risparmiare cosi tempo prezioso a capire e superare certi stati d’animo che lavoravano contro di me e che ora sono solo un vago ricordo.”

Sportman

“Voglio ringraziare Antonio e condividere con tutti la mia esperienza di kinesiologia. Ho lavorato sulla gioia, sentimento che appariva nella mia vita raramente e con la durata di un lampo. Antonio mi ha guidata in modo molto dolce e professionale. Sono rimasta veramente stupita nell’aver capito “l’origine” di questo sentimento che mancava in me. Dopo la consapevolezza il lavoro di consolidamento. Ora non sento più quel brutto peso che avevo prima, un peso muto che come una zavorra non mi permetteva di volare nella gioia e tutti noi sappiamo quanto sia vitale gioire nel cuore! Voglio dire a tutti quanto sia fondamentale capire l’origine di qualsiasi problema. Inutile “curare”…bisogna scavare dall’origine e poi… avanti !! GRAZIE ANTONIO grazie di cuore ora il mio arcobaleno è completo, ha quel colore che gli mancava da più di 40 anni! E quel colore che chiamo gioia rende più brillante tutto l’arcobaleno !!”

LEOPARDO

“Come scrisse uno dei più grandi poeti della musica italiana” come una freccia dall’arco scocca, vola veloce di bocca in bocca, una notizia un po’ originale, non ha bisogno di alcun giornale” e proprio grazie alla pubblicità del passaparola, sono approdato alla kinesiologia emozionale. Sinceramente devo dire che ho voluto provare incuriosito dai risultati raccontatomi e visti su mia sorella, sta di fatto che trovato un mio problema da risolvere ho iniziato le sedute. Non so spiegarlo, ma funziona, non so cosa succede all’interno del nostro cervello, ma rielaborare alcuni episodi successi nel corso della nostra vita, capirli con il senno di poi, magari anche riderci sopra, ti fa cambiare. E’ incredibile come scelte, atteggiamenti, decisioni che prendiamo siano tutte correlate con l’esperienza avuta da tutto, ma proprio tutto ciò che ci è accaduto. Anche il fatto più insignificante ha la sua importanza e impatto nel nostro modo di essere. Dal canto mio, dopo le sedute di kinesiologia, devo dire che vivo il presente molto più sereno di prima, più contento e sicuro, non certo come prima dove aleggiava sempre un certo pessimismo sul futuro. Grazie Antonio.”

JAPAN

“Ciao Antonio. Volevo scriverti per dirti che mi ha proprio colpito quello che è venuto fuori nell’ ultima seduta nella quale la mia nuova scelta è stata il coraggio. Tutti i gg ripenso a questa cosa. La sera dopo mi ha colpito mio figlio di 7 anni che ad una mia affermazione mi ha risposto: mamma, ma tu hai paura di tutto! Non so dirti se questa è la prima volta che lui fa un osservazione così, ma di sicuro io ho preso coscienza in quel momento che era vero: per me è stato un colpo! Lui dopo non ci ha più pensato e, detto questo, ha continuato a fare quello che stava facendo. Io invece ci penso ogni giorno e questo – vedo – mi sta aiutando a cambiare anche il mio atteggiamento: è come se mi vedessi per la prima volta e mi accorgo di aver già atteggiamenti meno timorosi perché è così che mi piaccio di più. In alcune cose, di conseguenza, anche in ufficio, mi sento più decisa.”

Aria

“Sono una operatrice in addestramento non digiuna dell’esplorazione interiore, negli ultimi quindici anni mi sono dedicata anima e corpo a recuperare me stessa e questo utilizzando le tecniche più svariate. Credevo di aver scavato fino in fondo e di sapere di me tutto o quasi, ma poi è comparso sulla mia strada questo nuovo metodo che non avevo ancora sperimentato. Al primo livello, ho avuto la fortuna di fare la seduta direttamente con Antonio e quel “non sono capace”, leitmotiv della mia vita, è tornato fuori: nonostante tutti i miei sforzi era ancora lì, ben saldo, pronto a sbarrarmi la strada in ogni momento della mia vita. Dopo quel giorno, dopo una solo seduta, ho iniziato a percepire il cambiamento, sono sicura di me, so che posso riuscire e nessuno può dirmi il contrario, e con questo è cambiato anche il mondo esteriore, i primi successi sono arrivati nelle settimane successive, e so che questo è solo l’inizio.”

Age

“Sono una operatrice in addestramento e sto sperimentando con quello che ho imparato fin’ora. Credo molto nel metodo, soprattutto dopo i risultati immediati che ha avuto su di me, ed è con questo atteggiamento positivo che lavoro sugli altri. Alcune persone con cui ho lavorato, hanno mostrato importanti cambiamenti fin da subito. La situazione che più mi ha colpita riguarda una ragazza che, con sole tre defusioni, ha rivoluzionato la propria vita. A fine ottobre 2012, quando l’ho conosciuta, era sola, senza amici, con un unico riferimento costituito dalla famiglia che, nell’amorevole tentativo di colmare il vuoto che la figlia aveva intorno, le stava invece togliendo l’aria ed impedendo di vivere. Dalla prima alla terza defusione sono passati circa 40 giorni duranti i quali ho cominciato a notare i primi segni di cambiamento: l’abbigliamento più curato, nei capelli sono comparsi i colpi di sole, il viso è colorato da un velo di trucco. Poi la vedo partire da sola per un viaggio e tornare con nuovi amici ed un fidanzato. Due mesi e la ragazza con cui ho sperimentato il metodo non c’è più, al suo posto ora c’è una donna consapevole che riconosce di aver il diritto di vivere la propria vita.”

Age

“Ero una tavolozza senza colori…ora la mia vita è un arcobaleno…grazie ad Antonio ho potuto e voluto guardare all’indietro, afferrando così le mie paure, le mie emozioni, i miei sogni…ora sono consapevole e responsabile di poter cambiare non tanto il mondo, ma me stessa.” Grazie Antonio

Dalla

“…pensavo di non avere scelta o di non avere il diritto di poter scegliere. Avevo gli occhi ma non vedevo bene… non mi accorgevo quante cose belle avevo già intorno a me… attraverso la kinesiologia emozionale…mi sono sentita più sicura e più forte. Ho iniziato a non avere più paura di dire quello che desideravo ed ho iniziato ad esprimerlo, senza preoccuparmi più della reazione degli altri.”

ART DECO’

“Kinesiologia Emozionale mi ha permesso di vivere più serenamente ,imparando a gestire le mie ansie e le mie insicurezze ,attivando delle dinamiche mentali che prima dell’incontro non sapevo di avere. Un’esperienza che mi ha dato subito dei riscontri positivissimi!! Grazie”

FLY

“Nel 2001 degli amici svizzeri erano venuti in Italia per passare le vacanze al mare. Quando incontrai il padre di K., era disperato: suo figlio rischiava di non poter continuare la scuola normale: Era molto preoccupato: che futuro avrebbe avuto un ragazzo che non era in grado di seguire le lezioni, che non era in grado di frequentare la scuola dell’obbligo come tutti gli altri bambini? Io ero sicura di poter aiutare K che allora aveva 11 anni; tranquillizzai il padre dicendogli che questo era il mio campo e che avevamo quattordici giorni a disposizione. Lui non credeva che si potesse fare qualcosa in così breve tempo, però volle chiedere a suo figlio se fosse disponibile. Per fortuna lo fu. Oggi K. fa l’apprendistato in un rinomato studio di ingegneria dove è stato scelto fra persi candidati”

M. L. M.

“Simone è un bambino di sette anni (27/11/05) quando arriva da me con gravi problemi di apprendimento e di coordinazione nei movimenti fisici. Non riusciva a salire le scale da solo e aveva bisogno di un sostegno. Non scandiva bene alcune lettere, non riusciva a scrivere una frase intera sullo stesso rigo e non era in grado di leggere bene in quanto gli era stata diagnosticata la riduzione del campo visivo all’occhio sinistro. Infine non ricordava l’alfabeto ed il proprio indirizzo di casa. In quel momento Simone stava ripetendo per la seconda volta la prima elementare, in quanto bocciato l’anno precedente. Per tutti i problemi elencati, frequentava un centro di rieducazione che aveva previsto per lui un programma di due anni di logopedia e di rieducazione dei movimenti fisici.
Dopo la prima seduta, ha iniziato a salire le scale da solo ed ha imparato a correre, con la seconda seduta ha iniziato a leggere meglio e in seguito alla terza ha preso ottimo in matematica, uno dei suoi grandi problemi. Con le successive sedute è stato un progressivo migliorare! Oggi legge e scrive bene, la sua calligrafia è migliorata tantissimo, ha imparato benissimo l’alfabeto, sia in italiano che in inglese, prende ottimi voti e conosce il suo indirizzo ed il proprio numero di telefono. Ma la cosa più sorprendente è che, oltre a correre, segna tanti canestri negli allenamenti e nelle partite di basket. Insomma, ora anche lui sa di essere nell’UGUAGLIANZA! Simone un mese fa è stato dimesso dal centro di rieducazione perché non presentava più alcuna patologia e nessuna forma di dislessia.(Aprile 2006)”

ANGELA COPPOLA

“Un metodo che riesce a far emergere ciò che sei davvero ed a eliminare sentimenti negativi che ci impediscono di percorrere il nostro cammino. Ho risolto un problema alla pelle che da 25 anni nessuno è stato in grado di curare..”

ACQUA

“Metodo stupefacente per la semplicità del principio che lo sostiene: il nostro corpo tende al benessere, sa individuare causa e provenienza di disagi e comportamenti sconvenienti e di sostituirli con nuovi modi di agire ed essere più consoni a ciò che siamo. Le sedute individuali sono state per me emozionanti e talvolta spossanti ma mai dolorose, mi hanno portato naturalmente a perdere comportamenti e pensieri che consideravo incontrollabili e mi facevano stare male rafforzando la stima per me stessa. Grazie”

Volpe

“Grazie per non avermi venduto illusioni, ma per avermi fornito la possibilità di una scelta persa.”

DANSEUR

“Non sono tanto capace di scrivere e quindi vorrei soffermarmi su alcuni dati concreti : le sedute di kinesiologia emozionale per me hanno significato smettere di mangiarmi le unghie, interruzione della stitichezza che durava da anni e poi tanti altri cambiamenti nella vita quotidiana ( piccoli e grande ).Sono grato.”

QUEEN

“Ero stanca di dirmi “ Sono fatta così “ poiché dentro di me sentivo che quella frase era solo una scusa comoda e radicata la quale, ad un certo punto, era divenuta impotenza ad andare oltre. Un cane che si morde la coda poiché non trovavo uno strumento che accedesse dentro di me senza lasciare il vuoto, aprendomi nuove porte Non credo nella programmazione della persona : molte persone con le quali ho parlato della mia esperienza in ONE BRAIN, mi hanno obiettato il timore di poter esser riprogrammati. Io dico che si tratta di scelte, di possibilità di fondo. Una volta sbloccata l’emozione, poi hai la libertà di scelta ben chiarita, sana e consapevole. Questo metodo non è miracoloso, ma lavora sodo sulle opportunità e, in particolar modo, sulla fiducia nei propri mezzi e sulle potenzialità. Struttura, e non destruttura, l’individuo e non crea proseliti. Ora sono solo una persona più connessa con me stessa, più in ascolto.”

BIANCA

“Ho scoperto il metodo One Brain in modo fortuito e mi sono incuriosita al metodo proposto dopo aver partecipato ad una conferenza organizzata a Vicenza. Ho sempre avuto coscienza di avere una mente in continua elaborazione, a volte anche troppo iperattiva, ma non avevo mai pensato di poterla controllare e focalizzare in modo attivo a mio favore. Ho capito che c’è sempre una possibilità di scelta e che la mente può essere pilotata al pensiero positivo, alla cura di sé e all’autostima. Come una goccia che con il tempo scava la roccia, anche la ripetizione del pensiero positivo, con il tempo, modifica l’atteggiamento mentale ed il comportamento. All’inizio ero un po’ scettica, faticavo ad accettare che le cose che ci accadono possano succedere in virtù dell’atteggiamento mentale che ci contraddistingue. L’esperienza fatta, invece, ha cancellato tutto lo scettiscismo e mi sono ritrovata piacevolmente colpita dalla nuova possibilità offerta da un pensiero positivo che si realizza dentro di noi, che cresce giorno dopo giorno con la costanza e l’impegno sino a manifestarsi nella realtà quotidiana. Altra grande scoperta è stata la modalità del trattamento durante le sedute. E’ spettacolare scoprire che il corpo parla, risponde con sincerità a domande che gli vengono poste e senza i filtri della ragione e della razionalità. Questo consente risposte sincere e un trattamento mirato alla problematica trattata. La cosa bella del metodo è che consente di portare avanti il lavoro fatto anche a casa, al termine delle sedute previste per quella determinata tematica. Mi sento, in assoluta sincerità, di consigliare a tutti di intraprendere questa esperienza: un sistema dolce per affrontare una tematica che ci sta a cuore o ci fa star male, per affrontarla in modo costruttivo, lavorando su sé stessi e sui propri processi mentali e di elaborazione delle idee.”

MARIPOSA